Questa è la storia di una giovane e piccola azienda del Piemonte. Cascina Roera è stata fondata nel 2002 da due giovani impreditori: Claudio Rosso e Piero Nebiolo (nomi molto predestinati!)
Entrambi già singoli produttori di vini di pregio, abbiamo pensato che unendo le nostre forze avremmo potuto accrescere ulteriormente la qualità dei nostri prodotti. Claudio ha cominciato a cimentarsi con il vino già nel 1985 nell'azienda di famiglia, ma è solo dal 2000 che è diventato viticoltore a tempo pieno. Suo padre è stato tra i primi ad imbottigliare i propri vini negli anni '60, quando la maggior parte dei produttori della zona vendevano il vino sfuso. Anche Piero proviene da una famiglia di viticoltori. Volendo puntare sulla qualità ha deciso di raggruppare circa 5 ettari tra i meglio vocati della zona rinnovandone una parte a Barbera e inserendo altri vitigni come Nebbiolo e Chardonnay.


Attualmente la superficie totale è di 7,5 ha. circa, tutti situati nel comune di Costigliole d'Asti nel cuore della DOC del BARBERA D'ASTI.
I vitigni sono così ripartiti: Barbera 65%, Chardonnay 12%, Nebbiolo 15% e il restante 8% è suddiviso tra Arneis, Cortese e Freisa.
La potenzialità produttiva è tra le 25.000 e le 30.000 bottiglie annue.I vigneti presentano diversità di esposizione e di struttura del terreno: ciò consente di accrescere la complessità dei nostri vini (il CARDIN ne è un perfetto esempio).
Ci sentiamo artigiani del vino e abbiamo scelto di produrre vini di qualità nel rispetto del consumatore e dell'ambiente.
Il discorso dell'uva di qualità comprende la scelta primaria di vitigni idonei in terreni vocati: di seguito è essenziale una corretta gestione della pianta e del suolo cercando di ridurre gli interventi meccanici. I nostri vigneti vengono mantenuti inerbiti per garantire il massimo equilibrio suolo/pianta in rapporto alle esigenze climatiche. A questo proposito non vengono impiegati erbicidi, concimi chimici ed insetticidi nella gestione del vigneto. I trattamenti a base di rame e zolfo sono effettuati in numero minimo (circa 4/5 in annate normali): questo è uno dei risultati dell'equilibrio naturale tra pianta e suolo. Un altro risultato è ovviamente la qualità del vino.
Il lavoro di cantina segue la stessa filosofia con gli interventi strettamente necessari per preservare tutto il lavoro svolto in vigna: pochi travasi, niente filtrazione, ne aggiunta di additivi. La solforosa viene usata a bassi dosaggi ed essenzialmente al momento dell'imbottigliamento. I vini che giungono al consumatore contengono quindi bassissimi tenori di solforosa (vedere schede techniche dei vini), a tutto vantaggio della salute del consumatore stesso.
Pur avendo tutti i requisiti, abbiamo deciso di non certificare l'azienda in agricoltura biologica, perché allo stato attuale riteniamo che complessivamente non offra sufficienti garanzie al consumatore.
Ringraziamo doverosamente il Dott. Lorenzo Corino per gli insegnamenti e gli esempi apportati a quest'azienda.

CASCINA ROERA di Rosso Claudio
Fraz. Bionzo 32 - 14055 Costigliole d' Asti
P.I. 01229530058


©CASCINA ROERA - Made by KappaDesign